Coprem scatolari prefabbricati in calcestruzzo
L'INNOVAZIONE APPLICATA AL CALCESTRUZZO
Iscriviti a Copreminforma e resta sempre aggiornato!
300.000 METRI QUADRATI
DI LINER HDPE T-GRIP
CON OLTRE 210 KM
DI SALDATURA A
ESTRUSIONE
RADIOGRAFATA

sono già stati applicati
sui nostri prodotti
per garantire la totale salvaguardia dell’ambiente
CONOSCI I NOSTRI
TUBI CPL PER IL
MICROTUNNELLING?
UNA NUOVA GENERAZIONE
DI CONDOTTE IN
CALCESTRUZZO

che rappresentano
una valida alternativa
tecnica ed economica
a quelle tradizionali


  COPREM » Prodotti e servizi » Sottopassi a impatto zero Italiano   Francais   Deutsch  

Sottopassi a impatto zero


SOTTOPASSI CICLOPEDONALI A IMPATTO ZERO CON SCATOLARI PREFABBRICATI POST-TENSIONATI

COPREM ha messo a punto un sistema di post-tensionatura per scatolari di tutte le sezioni che risolve il problema dell'attraversamento di strade, autostrade e ferrovie in poche ore.

Le nuove esigenze del mercato che richiedono la velocità dell'intervento con la conseguente riduzione dell'impatto ambientale hanno spinto i tecnici della Coprem verso una soluzione innovativa in grado di assicurare gli attraversamenti con tunnel ciclopedonali e con condotte fognarie in una sola notte di lavori e di interruzione del traffico stradale e ferroviario.

Il sistema sottopassi ciclo-pedonali a impatto zero della Coprem non vuole sostituire altri sistemi già utilizzati, come ad esempio la spinta, ma vuole essere alternativo, in quanto ci sono condizioni in cui la spinta non può essere eseguita perchè la distanza tra piano viabile ed estradosso manufatto risulta essere minima e quindi non garantisce la stabilità del terreno nella zona di spinta.

Questa nuova tecnologia della Coprem è ormai collaudata con più di cento attraversamenti già in opera e si è rivelato a bassissimo impatto ambientale in quanto gli interventi, generalmente programmati nelle ore notturne, hanno creato pochi disagi alla circolazione, dimostrando di essere affidabili e veloci, svolti in tutta sicurezza ed economicamente vantaggiosi.

La tecnica del post-tensionamento è utilizzata da anni nelle strutture precompresse, dai ponti ed edifici fino alle costruzioni civili in superficie e in sotterraneo: nel nostro caso la post-tensione ha la funzione di collegare tra loro gli elementi scatolari separati in modo da conferire monoliticità alla struttura nella fase di sollevamento e di posizionamento.

Gli scatolari utilizzati sono costruiti con dei fori passanti ai 4 angoli per permettere il collegamento tramite appositi trefoli con sezione variabile a seconda delle condizioni di progetto.

La forza di tiro è calcolata in base alle condizioni di sollevamento del monolite assemblato e alle caratteristiche di costruzione dei singoli moduli scatolari senza generare rotture e crepature nel calcestruzzo.

realizzazione di sottopassi autostradali con scatolari in calcestruzzo
A4: attraversamento per condotta fognaria

L'impatto ambientale è ormai parte integrante di qualsiasi progetto che i professionisti presentano all'Amministrazione Pubblica in sede di gara. Le emissioni di sostanze inquinanti da traffico veicolare sono influenzate da numerosi fattori che riguardano sia l'emissione prodotta dai singoli veicoli sia l'emissione complessiva dovuta al flusso di traffico che transita sul tratto viario considerato.

Il nostro sistema prevede lo scavo a cielo aperto: la velocità di posa fa sì che questa soluzione diventa vincente quando la chiusura prolungata di una strada o autostrada a grande traffico crea un impatto sulla zona dei lavori insopportabile per il volume di traffico che la zona stessa deve sopportare. La chiusura della strada è solo temporanea, per esempio in ore notturne e quindi a traffico limitato, e risulta essere di poco impatto ambientale rispetto ad una esecuzione in opera del manufatto stesso.

Abbiamo effettuato interventi su autostrade anche con un peso di 160 ton (sono intervenute 2 gru specializzate per il posizionamento) nel caso di un monolite di 32 m formato da 16 scatolari di dimensioni 1,25 x 2 m con spessore di 25 cm e profondità di 2 m oppure di 100 ton con 6 scatolari dimensioni 2,75 x 3 m con spessore di 25 cm e profondità di 2 m con lunghezza totale di 12 m. Il bilancino di ancoraggio da posizionarsi in corrispondenza della soletta superiore su ogni lato deve essere opportunamente dimensionato per il sollevamento del monolite e viene agganciato agli scatolari mediante appositi ganci annegati nello scatolare in fase di produzione.

Sono numerose le testimonianze sul valore della tecnologia di post-tensionamento utilizzata da Coprem: "Solo una ventina di ore rispetto a un lavoro che altrimenti avrebbe comportato la chiusura della strada per circa 3 settimane" ha ricordato Riccardo Riccardi, Assessore alla Viabilità della Regione Friuli Venezia Giulia in occasione della posa del sottopasso ciclo pedonale per le maestranze delle Officine Danieli a Udine.

In pratica l'operazione di post-tensionamento si svolge in più fasi:
  1. Posizionamento degli scatolari in una apposita area nel cantiere
  2. Inserimento dei trefoli di diametro opportuno ai 4 angoli degli scatolari
  3. Posizionamento delle apposite macchine per il tiraggio
  4. Tensionatura secondo le specifiche di progetto
  5. Posizionamento del bilancino appositamente dimensionato

Nel caso di attraversamenti autostradali, sempre considerando la movimentazione e il peso, può essere necessario suddividere l'intervento in due fasi, una per ogni carreggiata. In tal caso dopo la prima post-tensionatura dei 2 monoliti effettuata separatamente è necessario un secondo post-tensionamento per legare insieme i 2 monoliti precedentemente assemblati: questa operazione è resa possibile grazie a un secondo foro agli angoli dello scatolare all'interno del quale passa l'apposito trefolo.

Nel caso di attraversamenti di strade statali e provinciali senza lo spazio necessario per muovere i grandi monoliti, la Coprem ha sviluppato una variante per permettere il posizionamento nello scavo dei singoli scatolari ed eseguire successivamente l'operazione di tensionatura per conferire monoliticità all'intera struttura.

I nostri tecnici sono sempre a disposizione di Enti e professionisti per consigliare fin dalla fase iniziale la migliore soluzione al minor costo possibile.

Alcune realizzazioni con la tecnologia Coprem Sottopassi Ciclopedonali a Impatto Zero


realizzazione di sottopassi autostradali con scatolari in calcestruzzo
A9: attraversamento per sottopasso ciclopedonale
  COPREM Srl
Via Europa 24 | 24040 BOTTANUCO (BG)
Tel. +39 035 90.71.71
| Fax +39 035 90.63.03 | P.IVA 00385160163
| Cookie policy | www.coprem.it | | |
© 2017 Sostanza® S.r.l.